Si parte…in stazione alle 08.15

Si parte di buon mattino, non così buono certo, ma comunque un orario giusto per passare una bella giornata sulla Francigena di Montagna (Via del Volto Santo per quasi tutti). Treno in orario alle 8.30 alla stazione di Fivizzano-Rometta-Soliera. C’è tempo per salutare tutti, abbracciando chi già si conosce, alcuni davvero molto bene, e familiarizzare con i nuovi.

IMG_2761

Si chiacchiera e si ride, ci si confronta sui chilometri da percorrere e chi poco conosce il percorso cerca di accaparrarsi notizie fresche e dettagli della giornata. Cielo terso e venticello, per ora poco fastidioso, preannunciano una giornata calda e adatta a camminare.

Quarantacinque minuti di treno scorrono in un attimo, non c’è quasi tempo d’accorgersene. Piazza al Serchio ci attende e ci dà il benvenuto in Garfagnana. Siamo tutti riuniti e pronti per la partenza. Ultime raccomandazioni, anche se non ce n’è bisogno e si parte con un bel pezzo di salita, l’unica salita della giornata. Alcuni dei compagni di escursione non saranno d’accordo e lamenteranno, con simpatia e dispensando sorrisi, la nostra poca sincerità visto che qualche altro piccolo strappo, davvero piccolo che chiamarlo salita sembra quasi un’offesa, lo troveremo ancora.

I primi chilometri sono pieni di risa, urla e tanta euforia.

Ci si conosce meglio e ci si aggiorna sulle novità personali. Le gambe si muovono bene, il fiato è ancora ben saldo e regolare, non c’è alcun motivo per non chiacchierare ed essere sereni e felici. Superiamo nei pressi della locomotiva di Piazza un altro bel gruppo di escursionisti, saranno una decina, e questi ci supereranno poco dopo a San Donnino mentre noi siamo intenti a raggrupparci e ad abbeverarci. Sono di Cinisello Balsamo e zone limitrofe, passeranno tre giorni sulla Francigena di Montagna; oggi faranno la nostra stessa tappa ma invece di fermarsi a Castelnuovo Garfagnana proseguiranno per Gallicano. Davvero un bel tappone per loro. Proseguiamo e ci perdiamo!! No dai, non ci perdiamo per davvero, ma, saltando una deviazione allunghiamo di qualche chilometro il percorso scoprendo una bellissima strada panoramica dalla quale possiamo ammirare le maestose Alpi Apuane e la fortezza delle Verrucole.

Non sempre percorrere una strada diversa da quella prevista o sbagliare percorso sono aspetti negativi, tutt’altro, spesso ci permettono di vedere e conoscere situazioni altrimenti inesplorate. Arrivati ai piedi della Fortezza delle Verrucole ci fermiamo per raccontare qualcosa sul percorso e sulla storia di questi posti. L’altro gruppo di escursionisti riposa in piazza e per me vederli in lettura della mia guida, quella verde, fa un effetto strano. Emozionato e soddisfatto certo, preoccupato pure. Preoccupato di sentire commenti poco lusinghieri ed insoddisfatti. Per mettere le mani avanti dico loro di non esprime giudizi negativi visto che sono uno dei due autori e vorrei evitare di rimanerci male. Ma sbaglio di grosso pare, mi si fanno attorno e chiedono dettagli e conferme, spiegando dove andranno e che strada percorreranno fino a chiedermi di firmare la copia presa in prestito dalla Biblioteca di Cinisello Balsamo.

Alla fine partono, hanno molti più chilometri di noi da affrontare.

L’escursione prosegue…San Romano, Sillicagnana, Sambuca, dove si pranza tutti assieme seduti sul piccolo prato sotto la chiesa di San Pantaleone, Villetta S.Romano, Pontecosi si susseguono, l’interesse e i sentimenti positivi pure. Tutti o quasi tutti sembrano contenti ed entusiasti. Ed io, ma anche Flavio, con il quale l’ho organizzata, non possiamo esserne che soddisfatti. E infine, in piazza Umberto e poi in stazione a Castelnuovo l’escursione termina.

IMG_2770

L’ho fatta breve, ci sarebbero state molte altre cose da raccontare ma, non volevo fare una cronistoria dettagliata della giornata. Volevo invece soffermarmi su sensazioni vissute e alcuni elementi che mi hanno colpito.
Qualcuno di noi, sopra la foto della giornata scrive “Le persone non fanno i viaggi, sono i viaggi che fanno le persone…chi viaggia senza incontrare l’altro si sposta”  citando John Steinbeck e Alexandra David Néel mentre qualcun altro  “Il viaggiare insieme insegna a rafforzare la nostra naturale inclinazione a dialogare che troppo spesso reprimiamo per paura di essere feriti”.  Parole vere, importanti, in grado di farci riflettere sull’importanza del cammino e della necessità, oggi più che mai di vivere come se fossimo sempre in cammino. Il solo modo, non certo l’unico, ma quello in cui mi riconosco di più, per migliorare il modo di confrontarci con la realtà attorno. I cambiamienti si fanno rapidi e radicali, vorticosi e spesso disorientanti. Vivere camminando diventa un modo per affrontarli, per confrontarsi con essi senza perdere punti di riferimento.

Per me è stata emozionante; accompagnare tante persone mi ha riempito di sensazioni positive. Non che fosse la prima volta, tutt’altro. Ma era la prima in cui la maggioranza era lunigianese e amica. “Nemo proheta in patria” spiega bene come mi sentissi. Vedere un altro gruppo percorrere la Francigena di Montagna in autonomia, senza essere accompagnati, è stato altrettanto emozionante. Sensazioni che hanno ripagato il tempo passato a documentarmi, le ore in biblioteca, le serate a scrive, i week end a percorrere in lungo ed in largo la Lunigiana e la Garfagnana. Il tempo e le energie spese per pulire e segnare sentieri e percorsi. Un piccolo riconoscimento, davvero piccolo ma importante, di aver svolto bene un grande lavoro fin troppo grande, a volte, per le poche forze disponibili.

E allora, con un poco di orgoglio, giusto poco, penso sia stato fatto un buon lavoro. Ma sia l’inizio e non il raggiungimento di un obbiettivo. Sia la spinta per fare ancora di più e spingere ancora un poco più in alto l’asticella del traguardo…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...