E alla fine…

E alla fine mi ritrovo a parlare di Francigena di Montagna (Via del Volto Santo) e di Francigena ufficiale ma, soprattutto di cammini e del motivo grazie al quale si parte,  come si affrontano e qual è lo spirito con il quale affrontarli.

1169

Assieme a me Luca Contieri e Mimmo Lanzafame, registra il primo, fotografo il secondo. Hanno camminato da Milano a Roma costruendo un progetto video, girato da Luca in cui Mimmo è in parte protagonista ed un progetto fotografico. Entrambi bellissimi; le foto sono spettacolari, ricche di dettagli e di colori. Il video è divertente, il tempo della visione scorre in un attimo e nonostante si rida molto, Luca riesce a raccontare bene il cammino e quanto significhi per molte persone.

Tutti e tre siamo ospiti di Ca’Luni a Casola in Lunigiana, il sogno diventato realtà di Antonio e Antonella. La sala è gremita, ma se non fosse stato per il temporale, avremmo parlato nel giardino del B&B. Peccato! Nonostante l’imprevisto, dicevo, molte persone ci hanno raggiunto.

Inizio e racconto del perché cammino, delle motivazioni presenti dentro di me grazie alle quali trovo sempre una ragione per camminare. Parlo del mio “io camminante”  e mi accorgo di quanto le nostre motivazioni, mie, di Luca e Mimmo, intendo, siano simili. E così, chiacchierare diventa semplice, i nostri racconti e le nostre scelte diventano ancor più comprensibili a quel pubblico attento e ancor più chiari ad alcuni di essi desiderosi di mettersi in cammino. Fondamentale risulta alla fine l’entusiasmo e la voglia di andare; un desiderio da esaudire, un sogno da realizzare, insomma un richiamo al cammino, se così vogliamo metterla. E questo richiamo diventa la forza da cui attingere per mettersi davvero in movimento ed affrontare le paure, sempre presenti e forse in grado, reali e solide, di spingerci a superarle o a cercare di farlo.

Una bella serata, fatta di incontri e di parole con persone appena conosciute. Con le quali scoprire affinità ed intenti comuni. Un bel modo di raccontare le proprie esperienze arricchendosi ascoltando quelle di altri. Ed allora, prima di salutarci, esprimire il pensiero condiviso da tutti, sia solo l’inizio di qualcosa di più importante, altri incontri magari, altre chiacchierate sicuro, e perché no, magari un cammino assieme.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...