Delle stazioni…

Delle stazioni ferroviarie ricorda la luce, l’immancabile rumore – un tump squillante – dell’aggeggio meccanico utilizzato per convalidare i piccoli biglietti di cartone, la stufa in ghisa nelle sale … Altro

Lo sgabello…

Lo sgabello, alto e scomodo, il tavolo in vetro, utile per vedere gli schermi installati sotto. Due telecamere, altri schermi … Altro

Androni…

Gli androni e i corridoi dei palazzi fanno paura! Tutto quel bianco, quegli angoli ciechi, quelle scale buie e deserte. … Altro

Alzati…

Il risultato, a parte una sicura commozione celebrale, è la sfida all’arma bianca in cui mi sono lanciato contro l’infingardo … Altro

Il mio cuore…battere?

<<Lo hai sentito anche tu?>> <<Che cosa…?>> <<Il mio cuore…battere?>> <<Il cuore batte sempre…>> <<Lo so! Ma questo è stato … Altro

Non so a quanti…

Non so a quanti succeda, a me spesso. Vado a letto con l’idea di dormire immediatamente; il sonno mi assedia, … Altro

Il…

Il 30 Settembre 2018 a Firenze Libro Aperto presentai il libro “Mi sono perso in Appennino” di Gian Luca Gasca, … Altro

Per me…per te…

“Per me, per te, per tutti quelli che camminano nella notte” Una frase da ricordare, mandare a memoria e non … Altro